LARC DORIA

POLIAMBULATORIO, NUOVO CENTRO DIAGNOSTICO LARC spa

Progetto di

INEDITO Architetti

A cura di

Arch. Matteo Francesco MUSCAS

___

Collaborati 

Valentina Simonetta, Mauro Racca,

Vincenzo Macrì

Tipologia

Architettura, Sanitario

Restauro e Risanamento Conservativo

650 mq

Committente

LARC2 srl

Luogo

Ciriè, Italia

Stato

In fase di realizzazione, anno 2021

Fotografia

Emanuele Quarelli

Inserito all'interno dello storico stabilimento Remmert, il cosiddetto “Fabbricato Fenoglio”, Il nuovo Centro Poliambulatoriale Larc D'oria nasce dalla riconversione edilizia di una grossa parte dell'immobile. Il poliambulatorio, LARC2 srl privato, ospita numerose attività assistenziali sanitarie all’avanguardia tra cui una serie di ambulatori specialistici, studi medici, un’area dedicata per l’attività di diagnostica di immagini - principalmente radiologica e sala raggi x - sala prelievi, oltre che tutti i locali e gli spazi necessari all’ausilio dell’attività sanitaria.

 

La nuova immagine coordinata, architettonica e di interior design studiata per il centro e per quelli futuri, si presta ad essere percepita dall’esterno grazie alle numerose vetrine e ad essere ammirata dall’interno, una volta superata la bussola vetrata. L’ambiente principale in cui ci si imbatte, raccoglie tutti gli elementi caratteristici del nuovo centro sanitario. Il bancone d’accettazione è avvolto da un colore caldo, tenue ed elegante al tempo stesso, quel blu profondo che richiama il blu dei camici ospedalieri, un colore rilassante e calmo per i pazienti e gli ospiti contrastato dal lineare bancone in legno di rovere e bianco. L’intero centro è intervallato dalla cromaticità bianca e blu sulle pareti mentre a pavimento è presente una ceramica tinta unita, continua e grigia chiara, che sovrasta e da importanza al piano orizzontale.

 

Le pareti delle grande sala d'attesa al piano terreno è realizzate attraverso l’utilizzo sapiente di rivestimenti ceramici realizzati per l’occasione attraverso un gioco di incisioni, utilizzati per scandire l’ambiente e lo spazio. I corridoi sono illuminati attraverso dei pozzi di luce dal soffitto, che scandiscono il tempo e disegno gli ambienti interni con il gioco di ombre e luce sempre diverse a seconda degli orari e delle stagioni.

Vista_01.jpg