Via Arnaldo_01.jpg

CASA ARNALDO

APPARTAMENTO PRIVATO

Progetto di

INEDITO Architetti

A cura di

Arch. Matteo CANEPA

Arch. Davide RAFFAELLI

___

Tipologia

Architettura, Residenziale

Restauro e Risanamento Conservativo

Ristrutturazione e Interior Design

120 mq

Committente

Privato

Luogo

Torino, Italia

Stato

Realizzato, 2021

Fotografia

Francesca Cirilli

In un palazzo di fine anni  ‘40 nel cuore del quartiere Borgo Filadelfia, una particolare rivisitazione del classico appartamento, nato dalla volontà della giovane committente di dare un nuovo aspetto e carattere all’appartamento di famiglia.

La sfida consisteva nel prendere gli ambienti dati e dare loro una nuova lettura, mutandone il significato senza spostare i muri: una nuova interpretazione degli spazi.

L’intervento mantiene di fatto quasi inalterato il tradizionale impianto planimetrico, con ingresso sul disimpegno centrale, focalizzandosi però sulla trasformazione della zona ingresso e cucina dando loro un nuovo senso attraverso un audace gioco di contrasti cromatici che diventa il vero protagonista e linea guida di tutto il progetto.

L’ingresso con i suoi colori chiari, contrastati dal blu delle tubazioni a vista e delle porte originali restaurate, lascia il posto, proprio attraverso una di queste porte all’inaspettato: un tuffo nel colore pieno all’interno della cucina, ambiente più particolar della casa. La vecchia configurazione, stretta e lunga di questo ambiente, è stata completamente ripensata riducendone l’eccessiva lunghezza grazie all’inserimento di un nuovo volume, che ospita la dispensa/lavanderia accessibile attraverso una porta nascosta. Qui lo spazio è stato reinterpretato in chiave moderna e minimalista. Il confine della zona cucina è disegnato graficamente, da una transizione netta dai colori chiari, al ricco blu monocromatico che inonda le superfici dello spazio, e prende il sopravvento, creando un volume che dal pavimento in gres, corre su pareti  e soffitto. Da questo blocco irregolare di colore emerge in forte contrasto la nuova cucina di un caldo color rosa cenere.