L’intervento di recupero di un alloggio di 120 mq all’ultimo piano di un palazzo razionalista di metà anni ‘30 nel quartiere residenziale di  “Cit Turin”, caratterizzato da un ampio affaccio su corso Ferrucci e da due terrazzini contrapposti, si è concentrato sul desiderio della committenza di realizzare un interno in cui creare una fusione tra l’identità architettonica caratteristica dell’esistente e una visione più contemporanea dell’abitare, dando vita ad una contrapposizione armonica tra gli elementi primigèni della casa, come il seminato, il pavimento in legno, le cementine geometriche, gli stucchi ed i nuovi componenti d’arredo, i corpi illuminanti e le carte da parati.

Esigenza della committenza era quella di rendere più funzionale e vivibile la zona notte, mediante la creazione di due nuovi bagni ed una cabina armadi nascosta in una vecchia mansarda recuperata: ciò è stato possibile conservando intatto l’impianto architettonico originale, il cui fulcro è rappresentato dal foyer circolare di ingresso, con pavimento in seminato giallo e alto soffitto stuccato, sul quale si affacciano, illuminandolo, i cinque ambienti della casa.

Lo spazio è unico e sorprendentemente dilatato verso il salotto dominato dall’ampia finestra tripartita che si affaccia sulla città, Torino.

CASA FERRUCCI

APPARTAMENTO PRIVATO

 

Progetto di

INEDITO Architetti

A cura di

Arch. Matteo CANEPA

___

Tipologia

Architettura, Residenziale

Restauro e Risanamento Conservativo

Interior Design

Committente

Privato

Luogo

Torino, Italia

Stato

Realizzato, anno 2017

Fotografia

Francesco Cirilli

I2.jpg
I9.jpg
I5.jpg
I4.jpg
I10.jpg
I1.jpg
I3.jpg
I12.jpg