Zug C.jpg

CASA A FELD PARK

APPARTAMENTO PRIVATO

 

Progetto di

INEDITO Architetti

A cura di

Arch. Matteo Francesco MUSCAS

___

Tipologia

Architettura, Residenziale

Ristrutturazione e Interior Design

120 mq

Committente

Privato

Luogo

Zugo, Svizzera

Stato

Realizzato, 2021

Fotografia

Patrick Testa

Casa a Feld Park situata a Zugo, in Svizzera, è un progetto di Interior Design situato all’interno dello splendido edificio residenziale costruito da Valerio Olgiati. Interamente revisionato nella sua zona giorno e nei suoi spazi comuni, si articola all’interno di una rigida planimetria composta e delimita da setti in calcestruzzo tipica dell’architettura moderna made in Svizzera.

La zona di ingresso e quella giorno, con affaccio sui balconi a forma ellittica realizzati in calcestruzzo rosso marrone gettato in opera, si sviluppa su un unico e grande locale in cui si arriva attraverso un corridoio a “cannocchiale” che concentra la prima vista verso l’esterno dell’immobile e lo attraversa lungo la realizzazione di una piccola galleria d’arte in cui sono stati posizionati ed esposti una serie di ritratti e opere di alcuni pittori locali.

L’elemento centrale del progetto è la zona giorno che accoglie la cucina, la sala da pranzo e la zona divani punto di convivialità e incontro con gli amici. Tutto all’interno di un unico ambiente ma opportunamente “diviso” e “delimitato” nei suoi spazi attraverso l’uso sapiente dei materiali proposti che tra contrasti e armonie dialogano con gli elementi d’arredo disegnati su misura.
 

Il bianco, usato nelle pareti in tutta la zona giorno aiuta a risaltare e ad armonizzare il rosso mattone visibile dalla parete interamente vetrata che delimita l’esterno dall’interno. La zona cucina è delimitata da l’uso di una resina a pavimento, intervallata dal pavimento in legno nel resto della zona giorno, e da un soffitto a listelli in noce canaletto che restituisce sintonia cromatica con le colonne della cucina realizzate con il medesimo legno. Questa zona è caratterizzata da un grosso blocco in marmo di Nero Marquina usato per il rivestimento dell’isola centrale in cui sono integrati i fuochi, con cappa sul piano, e dal tavolo da pranzo emergente dal blocco marmoreo. Sulla parete interna, nascosta dalla luce e visibile solo seduti al tavolo come a creare un “posto a tavola” solo per lei, la Monnalisa di Gavin Rain che accompagna la famiglia nel sedute culinarie di tutti i giorni. La partecipazione dello spettatore, non solo come visione ma come corpo in movimento, è una parte fondamentale del lavoro di Rain e abbiamo voluto fortemente questa posizione per restituire un significato architettonico e un valore artistico dell’opera stessa.

Il resto della sala, la zona relax, è minimale ed essenziale; le sedute non danno la schiena alla cucina ma lasciano spazio alla continuità dell'ambiente inglobando la sala da pranzo con quella di svago. Frontali una con l'altra, le sedute in rosso cemento a richiamare i colori dell'esterno dell'immobile, manifestano l'intenzionalità di creare uno spazio in cui la convivialità delle persone sia al centro del progetto ricreando un'ambiente in cui il dialogo, il confronto e le persone stesse siano al centro della filosofia progettuale.

Zug E.jpg
DSC_1831_2.jpg
DSC_2065.jpg
DSC_1771-min.jpg
DSC_1682.jpg
DSC_2048.jpg
DSC_1952-min.jpg
DSC_1967.jpg
DSC_1997-compressed.jpg
DSC_1786_2.jpg
DSC_1962-compressed.jpg
DSC_2071-compressed (1).jpg
DSC_2058.jpg