Questo piccolo studio, dalle dimensioni di circa 45 mq, è l'atelier di 3 giovani professionisti che hanno voluto caratterizzare il loro spazio lavorativo, se pur piccolo, e renderlo unico nel suo genere. Il progetto a cura dello studio inedito architetti, Matteo Francesco Muscas, Matteo Canepa e Davide Raffaelli è stato curato sia nella parte progettuale sia nella sua parte relizzativa attraverso la modellazione, il taglio laser del legno e l'assemblamento in loco.

 

L’ambiente lavorativo che i ragazzi stavano cercando doveva rispondere a dei valori precisi quali luce, aria e confort visivo basato sull’estetica dei locali a doppia altezza. L’ambiente è stato suddiviso in due aree ben delimitate, dettate dalla geometria stessa degli ambienti esistenti; la zona lavoro, composta da un’isola centrale in cui si sviluppano ed emergono le postazioni lavorative dei professionisti ed una sala riunioni, se pur di piccole dimensioni, delimitata nelle tre dimensioni da una struttura lignea progettata e installata per armonizzare gli spazi e delimitare visivamente le funzioni interne.

 

La struttura lignea, un’installazione fissa in osb, ricorda in sezione la sagoma di una casa con copertura a due falde sormontata da una strombatura nella parte centrale, colorata di nero per rafforzare il concetto di pozzo di luce. In questo dettaglio, la luce e l’aria del lucernario dell’ambiente esistente si propagano dentro la sala riunione, sotto la casa in legno illuminandola perennemente in maniera zenitale.

Riconoscimenti e premi

Open House Torino 2017, Partecipazione

STUDIO SALUZZO

STUDIO PRIVATO DI ARCHITETTURA

Progetto di

INEDITO Architetti

A cura di

Arch. Matteo Francesco MUSCAS

Arch. Matteo CANEPA

Arch. Davide RAFFAELLI

___

Collaboratori

Nicola Rosato

Tipologia

Architettura, Uffici e Terziario

Allestimento e Interior Design

50 mq

Committente

Privato

Luogo

Torino, Italia

Stato

Realizzato, anno 2017

Fotografia

Francesca Cirilli